Oggetto: pectus

2016.04.23 06:16:58
Ciao! Ho 16 anni. Ho il petto carenato, la parte destra (più vicina allo sterno) è sporgente, non di molto, ma si nota quasi subito. Oltre a questo, sulla parte sinistra, ho anche le ultime 2-3 costole sporgenti. Sto facendo palestra, e volevo sapere se esistono esercizi che possano, con la massa muscolare, coprire questi difetti. Allenando la parte alta del corpo, ovvero i pettorali, ho notato un leggero miglioramento ma li sto allenando simmetricamente quindi se cresce uno, cresce l'altro. Parlando delle costole, queste mi danno davvero noia dato che ho una massa grassa intorno al 18% e già sono abbastanza evidenti.. Non permettendomi di stare "sereno" o di non vergognarmi, sopratutto di estate. Ricapitolando, volevo sapere se ci sono esercizi che possono aiutare a coprire questi problemi Grazie mille Leonardo



2016.01.11 16:52:49
Buonasera, sono un ragazzo di 28 anni e ho il pe simmetrico. Fortunatamente, nel corso dell'adolescenza, ho sviluppato la parte superiore corpo facendo nuoto e palestra (nella speranza che migliorassi, per come mi disse l'ortopedico). Quindi il pe, sebbene sia di 3 cm, non mi crea un grosso disagio fisico, perché sono riuscito a sviluppare spalle larghe che riescono a "compensare" la carenza fisica. Mi è stato consigliato il trattamento tramite vacuum bell in quanto è perfettamente simmetrico e perché se anche solo riuscissi a ridurlo della metà sarebbe molto meno evidente. Però vorrei avere un giudizio più attendibile. Io preferirei l'operazione (anche perché meno costosa), per questo provvederei al trattamento tramite vb solo se mi venisse detto con certezza che il mio pe non è decisamente accentuato tale da dover intervenire con l'intervento. Ora, io sono della provincia di Bari e vorrei essere visitato da voi. Ma prima di venire vorrei avere l'opportunità di inviarvi una foto del torace e ricevere un primo consulto informale. Se mi doveste dire che il mio è un caso risolvibile con vb, sarebbe inutile una trasferta. Nel caso, invece, voi mi doveste dire che il mio è un caso da sottoporre a intervento, io sarei pronto a venire a fare tutte le visite e accertamenti del caso. Grazie anticipatamente. Nicola



2014.10.08 09:49:16
Ho 17 anni e il 12/10/14 mi sono sottoposto alla correzione del mio pectus excavatum,ora 8/10/14 faccio fatica a stare dritto con la schiena e quando respiro le cicatrici dell'intervento mi danno fastidio,è normale? grazie anticipatamente per la risposta,le allego la foto delle cicatrici (a destra sono 2) che mi danno ancora fastidio quando inspiro profondamente o addirittura sembrano "pulsare" ai miei respiri,è normale?



2014.08.24 10:32:27
Salve sono un ragazzo di 15 anni e ho deciso di non nascondermi più e cercare un metodo per sistemare il mio fisico. Il mio problema è che ho le ultime costole molto sporgenti, e vorrei sapere se c'e una soluzione per poter risolvere questo problema che mi sta rovinando la vita
Oggetto: pectus



2014.07.25 09:57:27
Salve, sin da piccolo ho il petto escavato,mai avuto problemi sino a due mesi fa. Ho dolore allo sterno e gabbia toracica. Premetto che soffro anche di reflusso esofageo durante questo periodo,ma quello che volevo chiederle è: se stò seduto oppure sdraiato non ho alcun dolore,se stò in piedi e/o cammino riscontro questo dolore,ci sono esercizi posturali che possono aiutarmi a risolvere questo problema secondo lei? Grazie.
Oggetto: pectus



2013.07.27 16:17:00
ciao sono Gennaro ed compio 15 anni ad ottombre... circa un mese fa mi son accorto che ho un piccolo buco tra i pettorali e cercando sul web ho letto che si chiama pectus excavatum, ho un buco di circa 1 centimetro(anche meno) e vorrei sapere da lei se è il caso di operarlo e se questa cavità può aumentare.Lei mi consiglia di fare attività fisica? o cos'altro potrei fare per farlo notare il meno possibile? Vorrei aggiungere ch enon ho mai avuto problemi di respirazione. Grazie mille
Oggetto: pectus



2013.07.01 14:49:31
Buongiorno, non so se può essermi d'aiuto ma mi hanno consigliato di chiedere a lei. Ho 19 anni e un pectus excavatum abbastanza profondo e costole abbastanza sporgenti ma non ho mai avuto problemi di salute per il pectus, quindi non sono interessato all'operazione... Ho iniziato però a svolgere dell'attività fisica a casa e informandomi su internet ho letto che l'allenamento degli addominali alti potrebbe rendere maggiore il "buco" nel petto... dunque volevo sapere da lei se oltre agli addominali alti c'era qualche altra cosa che dovevo evitare di allenare. Per quanto riguarda lo sforzo sull'addome durante le flessioni, crede che anche quello potrebbe essere dannoso? Sto ancora crescendo in altezza, e non so se questo c'entra col fatto che la mia cartilagine quindi non è ancora del tutto fissa... grazie mille in anticipo =) Non ho trovato un modo per rispondere, quindi lo scrivo qui: grazie!!
Oggetto: allenamento | pectus



2012.03.27 11:01:49
Buongiorno, la ringrazio per la comprensiva risposta ed avrei ancora una domanda. Dato che si parla spesso di corsetto, comunque una soluzione non invasiva e abbastanza valida come risultato, posso pensare di valutarlo per mia figlia, oppure è veramente prematuro anche come sistema (data l'età ed il tipo di malformazione). Capisco che senza una visita sia di difficile valutazione, ma a questo punto non è male pensare di ottenere una sua indicazione in quanto specialista competente in materia. Posso coinvolgere il suo staff con una visita medica al fine di valutare effettivamente di cosa si tratta? Io non sono in grado di fare valutazioni e come genitore nutro speranza ed amore per i miei figli ed ovviamente farei qualsiasi cosa per loro; almeno provo a farlo per tempo dato che con me non è successo. Saluti.
Oggetto: pectus



2012.03.22 13:44:57
Buongiorno, mi chiamo Valerio. Mia figlia, di quasi 6 anni, soffre della stessa malformazione che ho anche io, che ormai ho 40 anni e penso di nopn aver ancora somatizzato. Vorrei - da padre - evitare a mia figlia di passare qello che ho passato io in adolescenza (e tutti noi sappiamo di cosa parlo...) quindi la mia domanda è molto semplice: a che età e consigliabile iniziare a ragionarci su, ovvero quando è più indicato pensare di studiare una soluzione al problema? E' implicito che prima ancora del problema estetico viene quello funzionale, tuttavia se considero il mio PE posso partire dal presupposto che forse non dovrò pensare a niente di troppo grave. La ringrazio per la sua competenza e disponibilità.
Oggetto: pectus